Home

“Disposizioni in materia di prestazioni economiche erogate dall’Inail

E-mail Stampa PDF
 
L’Inail con la circolare n. 4 del 20 gennaio 2014 fornisce le prime indicazioni operative in materia di prestazioni economiche erogate.
Le novità in esame, con decorrenza 1° gennaio 2014, sono conseguenti all’entrata in vigore della legge di Stabilità pubblicata nel supplemento ordinario n. 87 della Gazzetta ufficiale Serie generale n. 302 del 27 dicembre 2013.
 
Aumento in via straordinaria delle indennità dovute dall’Inail a titolo di recupero del valore dell’indennizzo del danno biologico
Il comma 129, art. 1 della legge in oggetto, dispone che dal 1° gennaio, in attesa dell'entrata in vigore di un meccanismo di rivalutazione automatica degli importi della «tabella indennizzo danno biologico», sia riconosciuto un aumento in via straordinaria del valore dell'indennizzo del danno biologico in misura non superiore al 50% della variazione dei prezzi al consumo accertati dall'Istat negli anni dal 2000 al 2013, entro il limite massimo di spesa annua di 50 milioni di euro. L'operazione di recupero della rivalutazione viene rimessa a un decreto congiunto, da emanarsi da parte del Ministero  del lavoro e del Ministero dell’economia, atto a determinarne criteri e modalità attuative.
 
Parametrazione al massimale, previsto per legge, della retribuzione presa a base per il calcolo della rendita a superstiti
Il comma 130 stabilisce che la rendita ai superstiti, in precedenza calcolata sulla retribuzione annua dello stesso lavoratore deceduto a seguito di infortunio, sia ora vincolata al massimale Inail (euro 29.682,90 fino al 30 giugno 2014). La novità si applica alle rendite dovute a favore dei superstiti di lavoratori deceduti dal 1° gennaio 2014. Eventuali conguagli saranno erogati con il primo rateo utile dandone tempestiva informativa agli interessati.
Beneficiari del fondo di sostegno delle famiglie delle vittime di gravi infortuni sul lavoro
Il comma 131 conferma quanto già disposto dal dm 19 novembre 2008 in merito ai superstiti aventi diritto all'indennità per vittime di gravi infortuni sul lavoro. Introdotta dalla legge n. 296/2006, tale indennità è una prestazione una tantum spettante ai nuclei familiari che risultino superstiti di vittime del lavoro, cioè coniuge e figli in primo luogo e, in loro mancanza, genitori, fratelli e sorelle. Tale riferimento normativo è previsto dal dm 19 novembre 2008 ma non dalla legge n. 296/2006, sulla cui base è stato emanato il dm (il comma 1187 dell'art. 1 della legge n. 296/2006 fa riferimento a un più generico «familiari»). La legge di Stabilità, in tal modo, regolarizza la discrasia normativa al fine di evitare eventuali contestazioni giudiziarie.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter









Ultime Notizie

Più Lette

Video