Home

Presentata la terza edizione del Mercato Europeo in Piazza Dante, Napoli

E-mail Stampa PDF
Lunedì 16 Ottobre si è tenuta, presso la sede Confesercenti in Via Toledo, la Conferenza stampa di presentazione della terza edizione del " Mercato Europeo". Alla Conferenza hanno preso parte: Enrico Panini, l'Assessore alle attività produttive del Comune di Napoli, Vincenzo Schiavo, il Presidente di Confesercenti Campania, Pasquale Giglio, Direttore Generale di Confesercenti Campania.
 
Da giovedì 19 Ottobre sino a domenica 22 Ottobre,  in piazza Dante si terrà lo “street food” con 33 operatori provenienti da 20 Paesi Europei.
Il Presidente di Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo: «Puntiamo alle centomila presenze, è un’opportunità unica di scambio enogastronomico e culturale, produce turismo e introiti per tutti». L’assessore Enrico Panini: «Appuntamento ormai fisso per una città che si conferma leader nell’accoglienza». Nel 2018 una capitale europea ospiterà un mercato interamente “napoletano”. 
 
La Confesercenti Campania, la Confesercenti Provinciale di Napoli, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Commercio su aree pubbliche  (ANVA) e con il sostegno del Comune di Napoli,  ha organizzato la terza edizione del Mercato Europeo a Napoli, che si svolgerà dal 19 al 22 Ottobre in Piazza Dante.
L’evento coinvolgerà 33 operatori provenienti da 20 paesi Europei e ad altre regioni italiane. Si potranno degustare le birre di Scozia, Belgio, Repubblica Ceca e Germania; spazio ai dolci come il kurtos-kalacs ungheresi o le minicrepes olandesi, alla paella spagnola, ai “biscuits” britannici alle specialità polacche, bavaresi e finlandesi e tanto altro. 
Ospiti “speciali” gli esercenti provenienti dal Messico, dal Brasile e dall’Argentina che proporranno i loro piatti tipici. Uno “street food” internazionale, ma non solo, dal momento che verranno proposti sia prodotti tipici alimentari che legati alla tradizione artigianale del Paese d’origine. 

Il Presidente Interregionale, Campania e Molise, Vincenzo Schiavo ha sottolineato l’importanza dell’evento sotto vari profili: «Portiamo nella culla della cultura napoletana prodotti del mercato europeo in uno scambio continuo che produce effetti positivi anche per l’export dei nostri prodotti e non solo per l’import di altre tipicità. E’ un evento che assicura vantaggi e introiti per tutti: per i turisti, sempre più numerosi a Napoli, che avranno l’opportunità di assaggiare cibi internazionali senza trascurare la pizza e le altre nostre prelibatezze. Per i tour operator che hanno inserito questa manifestazione come una delle attrazione aggiuntive per i loro clienti. Per gli operatori dell’Unione Europea e anche per i commercianti napoletani, che hanno visto crescere l’anno scorso di oltre il 30% gli incassi grazie alle 60mila presenze registratisi nel mercato europeo del 2016. Quest’anno puntiamo ad arrivare a 100mila presenze, perché il Mercato Europeo, un evento sino a tre anni fa esclusivamente del nord Italia, unisce aggregazione, turismo, economia e scambi culturali».
«Siamo felici di sposare il progetto di Confesercenti anche quest’anno - ha detto l’assessore alle attività produttive del Comune di Napoli Enrico Panini - il Mercato Europeo deve diventare un appuntamento fisso nel panorama degli eventi cittadini. Il lavoro del Presidente Schiavo è proficuo ed è un interlocutore di primo piano per lo sviluppo di questi obiettivi. Napoli si conferma, anche con il Mercato Europeo, la città dell’accoglienza, in uno scambio commerciale e culturale continuo. L’obiettivo, che è già un progetto concreto, per il prossimo anno sarà quello di portare in una delle capitali europee un mercatino interamente napoletano, in modo che innervino le proprie radici in altri luoghi la tradizione, la cultura e il cibo partenopeo». 
 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter









Ultime Notizie

Più Lette

Video