Home Archivio

Aumento del prezzo del latte: “Positivo l’intervento dell’Antitrust: deve servire a fare chiarezza. Sbagliato invece colpevolizzare sempre i commercianti”

E-mail Stampa PDF
E’ quanto afferma il Presidente di Confesercenti Napoli Vincenzo Schiavo dopo la notizia, pubblicata dai giornali, che il ministro Scajola avrebbe trasmesso una segnalazione all’Antitrust “su anomalie e difformità dei livelli di prezzo del latte fresco nella città di Napoli”.
 
«E’ sempre la stessa storia – sostiene Schiavo – come nel caso del pane e della pasta, non appena la stampa annuncia l’aumento di un prodotto di prima necessità, subito c’è chi insinua che la colpa sia dei commercianti.
Eppure la Confagricoltura aveva annunciato già qualche mese fa che l’impennata del prezzo dei cereali, mangime base delle vacche, unita alla  diminuzione della produzione del latte e all’aumento della richiesta da parte di molti paesi come la Cina, avrebbe alla fine determinato un incremento anche del prezzo di latte e dei suoi derivati.
Nonostante ciò c’è chi non manca mai di puntare il dito contro i commercianti.
Di fronte a queste accuse non posso che suggerire ai consumatori di aprire bene gli occhi: la maggior parte dei rincari che gravano oggi sulle tasche delle famiglie non sono dovuti alla furbizia di qualche commerciante, ma all’incremento del costo delle materie prime (grano e cereali in primis), come confermano studi nazionali e internazionali sull’andamento dei prezzi a livello mondiale, e, come denunciato dagli stessi allevatori, al gioco al rialzo esercitato dall’industria che si occupa della distribuzione dei prodotti alimentari. Ritengo utile e indispensabile che l’Autorità vigili su queste anomalie ma non è giusto sempre colpevolizzare i commercianti».
 

Area Riservata



Iscriviti alla nostra Newsletter









Ultime Notizie

Più Lette

Video